“Colonie Feline Chiedono Aiuto”

0
201

Perché gli animali vengono sempre sfruttati?

Oggi metto in luce una situazione che va avanti da anni e lo dico con giusta causa perché purtroppo l’ho vista con i miei occhi.
Il luogo in questione è  Lido di Volano, una località di mare in provincia di Ferrara, e come in tante altre località d’Italia anche qui esistono le colonie feline che per legge vanno protette…ma pare che qui della legge in questo contesto non frega niente a nessuno.
Ho raccolto testimonianze di pvt cittadini residenti, e vacanzieri, che si occupano dei gatti di questo territorio, alcuni lo fanno da anni… Dichiarano apertamente che qui la tutela di questi gatti di colonia è inesistente.
É risaputo che vengono stanziati soldi, parecchi soldi, per il mantenimento e le cure di questi gatti…ma non sono tutelati come prevede la legge.

Ogni amministrazione comunale che subentra, non si avvale di persone capaci e sensibili a tutela di questi animali, ma di personaggi sempre diversi “l’amico dell’amico” personaggi che non hanno capacità nella gestione e il benessere di questi animali.

Sono state fatte molte interrogazioni in merito, sia all’amministrazione comunale precedente che a quella attuale, ma di risposte nessuna.
È stato chiesto anche di avere colloquio con il sindaco precedente, e anche a quello attuale ma…mai nessuna risposta.

A fine estate si è saputo che Enpa di Lagosanto, e A mici del Delta gattile pvt locale, sono i nuovi soggetti preposti dal comune per la cura e tutela dei gatti del  Lido…a quale titolo non è dato a sapere… Sta di fatto che la situazione è peggiorata.

Questi signori hanno smantellato i rudimentali capanni già fatiscenti che fungevano da riparo per i gatti, i quali senza più punto di riferimento si sono destabilizzati, in quanto le colonie per natura non vanno toccate da dove sono.

Sono spariti gatti cuccioli…c’è chi ha visto le gabbie trappola messe di sera col buio.
In questo luogo non è mai stato costruito un gattile, nonostante fosse stato messo nero su bianco, su un documento d’appalto della stessa associazione, che fino a 6 mesi fa prendeva le sovvenzioni dal comune per la gestione delle colonie del Lido.

Mi è stato riferito inoltre che il cibo per i gatti, viene dato dai nuovi gestori, solo a certe persone del Lido, e non a tutti coloro che mantengo i gatti di colonia a spese proprie, ma solo ad  alcune persone del posto che decidono loro.
Il cibo che viene somministrato ai gatti è di scarsa quantità e qualità, (sempre lo stesso, invece dovrebbe essere di diverso tipo per renderlo più appetibile, e quindi evitarne lo spreco, in quanto non consumato.)
in pratica cibo non adatto per il mantenimento dei gatti randagi, adulti, cuccioli, e anziani senza denti.
I gatti di colonia presenti al Lido, sono tanti di preciso il numero non si sa, perché il comune e i gestori, sia gli attuali che anche i precedenti non li hanno mai censiti e registrati  correttamente.
Parlando con queste persone ho saputo che c’è chi ne ha 20,  25, chi 10, chi 15…insomma tanti, ma il comune è assente.
Al Lido regna il caos.
I gatti non sanno più dove trovare un riparo, ci sono gatti in giro spaesati…che vanno per le case di quei pochi residenti che ci sono, per vedere se riescono a raccattare su qualcosa da mangiare.
É ora di dire Basta…
Questi animali vanno messi in condizioni di vita idonee, alla loro natura.
É ora che il sindaco si faccia carico di quello che prevede la legge numero 189/2004, che va contro a chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.

Lorena Freddi ~

Responsabile Comunicazione Italia Sovrana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui