Cos’è la propaganda?

0
161

È l’azione coordinata di diffondere messaggi faziosi/falsi/modificati al fine di orientare/ manipolare l’opinione pubblica a favore delle posizioni politiche/idee desiderate da chi la controlla.

IN BREVE: È MENTIRE.

La propaganda è molto potente ma porta con sé anche un ENORME FATTORE DI RISCHĪO DI DIVENTARE CONTROPRODUCENTE.

Una volta che una persona la riconosce e se ne stacca, infatti, NON C’È MODO DI RECUPERARNE IL CONTROLLO.

UNA VOLTA CHE HAI APERTO GLI OCCHI NON PUOI PIÙ TORNARE A NON VĒDERE.

Il che significa che QUALUNQUE cosa si inventino per DIFFAMARE/ATTACCARE persone/movimenti/idee contrarie al sistema,

SEMPLICEMENTE NON FUNZIONERÀ.

NON CAMBIERÀ DI UNA VIRGOLA IL PENSIERO DI CHI SI È STACCATO DALLA NARRĀZIONE UFFICĪALE.

E, ovviamente, loro lo sanno.

Sanno che la loro azione di manipolazione è diretta a quelli che ancora sono sotto la loro influenza.

Ma sanno pure che, contemporaneamente, quelli che si sono “sganciati” tentano, in continuazione, di sottrarre altre persone alla propaganda.

IL CHE LI COSTRINGE AD INTENSIFICARE LA CENSURA, IL CHE LI ESPONE DI PIÙ, IL CHE OTTIENE L’EFFETTO OPPOSTO SVEGLIANDO ALTRE PERSONE.

NON SOLO: SONO COSTRETTI, PURE, AD INTENSIFICARE LA STESSA PROPAGANDA [che, perciò, diventa più visibile] E A SPARARLE SEMPRE PIÙ GROSSE, A MĒNTIRE ANCHE SULLE PICCOLE COSE [esponendosi al rīdicolo, all’assurdo con il rīschio, di nuovo, di svegliare altra gente], NEL TENTATIVO DI ALLARGARE IL DIVARIO COMUNICATIVO TRA CHI È RIMASTO “DENTRO” E CHI NE È FUORI.

Non possono smettere di censūrare, né di fare propaganda, significherebbe far vedere a tutti la rēaltà, e non possono fare altro che “tamponare” le perdite cercando di rendere più ipnotizzā
Ati/più isolati quelli ancora sotto il loro controllo.

CIOÈ, LA LORO UNICA E SOLA LINEA D’AZIONE OBBLĪGATA È UNA PESSIMA LINEA D’AZIONE CHE NON PUÒ INVERTIRE LA TENDENZA MA SOLO, AL MASSIMO, TENTARE DI FERMARLA/RALLENTARLA E, IN PIÙ, PER FARLO, AUMENTA I RĪSCHI DI OTTENERE L’EFFETTO OPPOSTO.

NON È MAI STATA QUESTIONE DI SE, MA SOLO DI QUANDO ARRIVERÀ LA LORO SCONFITTA.

ABBIAMO GIÀ VINTO.

playbook #IrregularWarfare

Da un brillante ed esaustivo post dell’ing. Giovanni Paolo Ascione.

Dr. Roberto Perna.

  • Direttore Comunicazioni Esterne.
  • Responsabile area territoriale regionale per la Campania.

“ITALIA SOVRANA – IL POPOLO AL PRIMO POSTO”

“ITALIA SOVRANA – IL FUTURO CHE MERITI”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui