È SCONVOLGENTE.

0
273

Ieri sera ho visto il film 20O0 MULI.

Infatti, la cosa più IMPORTANTE che il documentario PROVA, ancorché il tarocco elettorale in sé, È LA SEMPLICITÀ DEL SISTEMA PER OTTENERLO E CHE GIÀ SOLO IL NUMERO “ESIGUO” DI “TRAFFICANTI DI SCHĒDE” ESAMINATO NEL FILM È PIÙ CHE SUFFICIENTE PER CAP0VOLGERE IL R1SULTATO.

Cercherò di spiegare i punti chiave nel modo più breve possibile.

Il tutto parte dal MERCATO dei dati di GEOL0CALIZZAZIONE dei cellulari.

Ci sono aziende che raccolgono questi dati, trasmessi da molte App sui nostri telefonini, e poi li rivendono a CHIUNQUE le richieda per motivi commerciali.

I tizi che hanno girato il film hanno pensato di comprare i dati di un’area urbana [poi hanno esteso la ricerca in più città e in più stati] in cui c’erano varie cassette di raccolta delle schede via posta e verificare se ci fossero dei cēllulari che avessero visitato più cassette nel periodo precedente le elezioni.

Un elettore normale dovrebbe visitare UNA SOLA cassetta di raccolta, non ha motivo di andare in più cassette, anche perché in molti Stati non puoi nemmeno delegare qualcuno affinché porti la tua.

Ma, per evitare che qualcuno potesse ribattere che c’era andato in più di una occasione per motivi familiari, amici, ecc, hanno ristretto la ricerca ai dispositivi che avessero visitato almeno 10 cassette. DIECI.

Non solo, poiché hanno notato che questa gente passava pure a visitare la sede di qualche 0NG [liberal ovviamente] nell’area, allora hanno RISTRETTO ANCORA DI PIÙ LA RICERCA.

10 visite alle cassette E 5 visite a 0NG significa che sei, senza ombra di dubbio, un trafficante di schede, UN MULO, che lo fa per soldi.

LO SCHEMA, INFATTI, È ESATTAMENTE QUELLO DELLO SPACCIO DI STŪPEFACENTI.

Le ONG “producono” le schede [il prodotto] mandando attivisti porta per porta, pagando senzatetto, usando le maf1e locali che forzano la gente [soprattutto immigrati] a cedere le proprie schede, rubandole dalle caselle di posta, andando negli ospizi, ecc.

I MULI andavano dalle 0NG, prendevano il prodotto [precompilato e chiuso] e lo spaccīavano mentendolo nelle cassette.

Tra l’altro, tutte le cassette, per legge, devono [dovrebbero] essere video sorvegliate e quindi di [QUASI] tutti hanno pure i video [che sono INCREDIBILI E INCONTESTABILI] del momento in cui mettono le schede nelle cassette.

Anche il modus operandi è assolutamente probante: di notte a orari improponibili, con i guanti per non lasciare impronte [tolti subito dopo e gettati nella spazzatura a lato], con un numero elevato di schēde e costretti a fotografare le cassette come prova di aver depositato e quindi per farsi pagare.

MA C’È DI PIÙ.

Ad un certo punto, quelli del film, si sono chiesti se, per caso, per #goingidenza, una parte di questi SOGGETTI non fosse presente pure durante le proteste BIELLEMME E ANT1FA dell’estate 2020.

SORPRESA!
Un 25/30% di questi MULI c’era!

IN PRATICA SONO SEMPRE LE STESSE PERSONE E SONO SEMPRE DELLA STESSA PARTE POLITICA.

ALCUNI DI LORO ERANO ANCHE SOSPETTAMENTE NELL’AREA DI ALCUNI INCIDENTI/OMICIDI CON ARMI DA FUOCO/V1TTIME DI C0LORE CHE HANNO ALIMENTATO LE PR0TESTE.

Il docufilm è uscito sabato ed è sold out ad ogni proiezione.

Sono sicuro che i “buoni” hanno in serbo ben altri colpi di scena e PIST0LE FŪMANTI, ma già questa roba NON DOVREBBE PASSARE SENZA CONSEGUENZE.

Nel film, ovviamente, dicono che le autorità hanno tutto e pure parecchio di più.

STAREMO A VEDERE.

Spiegazione fornita dall’
Ing. Giovanni Paolo Ascione

Dr. Roberto Perna,

  • RESPONSABILE COMUNICAZIONI ESTERNE.
  • RESPONSABILE COORDINATORE AREA TERRITORIALE REGIONALE CAMPANIA.

“ITALIA SOVRANA – IL POPOLO AL PRIMO POSTO”

www.movitaliasovrana.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui