Famiglia

0
256

UTENZE 

– Le bollette delle utenze, luce, gas, acqua, dovranno pervenire agli utenti, solo con il costo del consumo effettivo, della materia prima più Iva al 10%, 


– Potranno fare richiesta di questo sgravio di costi aggiuntivi tutti coloro, in possesso dei seguenti requisiti:

– Nuclei famigliari di coppie legalmente sposate, di coppie di fatto legalmente registrate, con o senza figli, in abitazione con regolare contratto di locazione.

In caso in cui l’immobile sia di proprietà, è requisito avere un mutuo in corso.

– La famiglia richiedente, le agevolazioni in merito, non deve essere in possesso, di altri immobili di proprietà, oltre a quello di residenza.

– La famiglia per fare richiesta, di agevolazioni in merito, non dovrà superare il reddito netto annuo, di 50 mila €, sommando il reddito, di tutti i componenti del nucleo famigliare.

– Nel caso in cui, con il richiedente, vi siano altri componenti con reddito, non dichiarati, nel contratto di locazione, e o stato di famiglia, al richiedente, verrà annullata l’agevolazione, con l’obbligo al pagamento di una sanzione pecuniaria.

 PERSONE SINGOLE

– Le persone singole, monoreddito, possono fare richiesta, delle agevolazioni se in possesso, dei seguenti requisiti:

– Essere in possesso, di un regolare contratto di locazione, in caso di immobile di proprietà, è requisito un mutuo in corso.


– Non essere proprietari di altri immobili, oltre a quello di residenza.


– Il richiedente, deve avere un reddito netto annuo, non superiore a 15 mila €, requisito necessario, per fare richiesta dell’agevolazione.


– Nel caso in cui, con il richiedente, vi siano altri componenti con reddito, non dichiarati, nel contratto di locazione, e o stato di famiglia, al richiedente, verrà annullata l’agevolazione, con l’obbligo al pagamento di una sanzione pecuniaria.

SOSTEGNO NATALITA’

– Le famiglie che vivono regolarmente in italia, potranno percepire, un assegno mensile di 200 euro per ogni figlio/i, fino al compimento del 18 esimo anno di età.


– Il sostegno potrà essere prolungato fino al compimento del 25 esimo anno di età del figlio/i, se studia/no.


– L’assegno di 200 euro, va a sostituire, gli assegni famigliari.


– I requisiti necessari per tutti coloro, che fanno richiesta, per avere diritto all’assegno mensile sono:


– Avere figli che risiedono in Italia regolarmente.


– Figli di stranieri con famiglia, e regolare permesso di soggiorno a tempo indeterminato, residenti in Italia.


– Figli di stranieri, con genitori di cittadinanza italiana e residenti in Italia.

ASILI NIDO GRATUITI

– Apertura di nuovi asili nido e ampliamento, di quelli già esistenti, per ospitare gratuitamente i bimbi, di famiglie con reddito netto annuo fino a 15mila euro.


– Le famiglie che superano il reddito di 15mila euro,  possono accedere all’asilo nido, con reddito annuo fino a 20mila euro, con la riduzione del costo della retta mensile del 50% per ogni bimbo.

MENSA SCOLASTICA

– Mensa scolastica dalla scuola materna in poi, gratuita per famiglie con reddito netto annuo dimostrabile, fino a 15mila euro.

– Per le famiglie con reddito oltre 15mila euro fino a 20mila la retta della mensa viene ridotta al 50% del costo intero.

SCUOLA BUS

– Scuola Bus gratuito, per famiglie con una sola auto di proprietà e con reddito netto annuo, dimostrabile fino a 15mila euro.


– Dai 15mila euro di reddito, fino a 20mila il costo dello Scuolabus è ridotto del 50%.

 SANITA’ 

– Medicinali Gratuiti per bimbi fino a 12 anni di età, per famiglie con reddito dimostrabile, netto annuo fino a 15mila euro.

– Visite Specialistiche, gratuite, e scelta del Pediatra, iscritto all’Asl di competenza, per bimbi fino 12 anni di età.


– Rivolto a famiglie con reddito netto annuo  dimostrabile, fino a 15mila euro.


– Per famiglie con reddito superiore a 15mila fino a 20mila euro, il costo del Pediatra e delle visite  specialistiche è ridotto del 50%.

ROM E MINORI

-Controlli a tappeto sul tutto il territorio Nazionale delle condizioni igienico sanitari in cui vivono i minori.

-Verifica del rispetto dell’obbligo scolastico.

-I minori che non vivono in condizioni idonee, come le leggi italiane impongono, dovranno essere affidati a centri per minori, dove si dovrà garantire la tutela e la salvaguardia del loro stato psicofisico e sanitario, oltre a garantire un’adeguata istruzione.

-Chiusura di tutti i campi ROM siti nelle città e nelle periferie con delocalizzazione in zone lontane dai centri cittadini.

TUTELA DELLE FAMIGLIE E MINORI

Italia sovrana è convinta che la qualità di una nazione si valuti sul come si comporta nei confronti delle persone più fragili , di coloro che vengono considerati ” ultimi” , dei più fragili, delle persone che vengono puntualmente schiacciate dal sistema.
Ad oggi abbiamo un sistema di tutela che passa inevitabilmente attraverso i servizi sociali e che per diverse ragioni risulta distruttivo e peggiorativo portando le persone ad una condizione di disperazione, soprattutto per quello che riguarda le famiglie ed i
minori.

Migliaia di famiglie e bambini/adolescenti costretti ad affrontare percorsi distruttivi al limite della psicopatologia o della disperazione vera e propria per aver completamente sbagliato il modello di aiuto nei loro confronti.
Bisogna mettere in campo una rivoluzione totale che aiuti realmente famiglie e minori partendo dalla FORMAZIONE profonda di chi si occupa di aiuto alla persona , e che metta al centro l’ individuo e non una stupida e becera burocrazia economica .

RIFORMA

Eliminare i poteri decisionali degli assistenti sociali che spesso vanno ad influire sul percorso di recupero di una eventuale problematica familiare.

Il servizio sociale deve essere relegato esclusivamente ad un “servizio comunale alla persona ” che come funzione abbia quella di dare giuste indicazioni alle persone ( come indirizzarle in tutto quello che il comune ha da mettere a disposizione per risolvere i vari problemi portati come ad esempio psicologi, psichiatri, avvocati, la necessità di trovare una casa, necessità di trovare un lavoro etc.)

Un concreto aiuto diretto alla persona e non di giudizio eliminando in toto i rapporti con i vari tribunali compreso e soprattutto quello dei minori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui