Pompei, ragazza di 24 anni violentata e uccisa con cinque coltellate all’addome: è stata ritrovata in un garage

1
337

Secondo quanto accertato finora il suo corpo presentava diversi lividi e la donna aveva le caviglie spezzate. Proprio la frattura riscontrata dai medici potrebbe essere dovuta a una caduta dal quarto piano dello stabile dove poi il corpo è stato trovato

È ancora tutta da ricostruire la dinamica che ha portato alla morte di Grazia Severino, la ragazza di 24 anni morta oggi all’ospedale di Castellamare di Stabia dopo essere stata ritrovata in fin di vita in un garage di Pompei. La giovane, che domani avrebbe festeggiato il compleanno, era stata ferita con cinque coltellate all’addome che sono poi risultate fatali e sul corpo portava segni che gli investigatori hanno ricollegato a una violenza sessuale. Soccorsa dal 118 nel box auto, è deceduta poco dopo l’arrivo nella struttura ospedaliera.

Non è ancora chiaro, però, chi possano essere i responsabili e quale il movente dell’aggressione alla 24enne ritrovata nella stanza all’interno di un condominio di via Carlo Alberto, a qualche centinaio di metri dalla sua abitazione. Sull’omicidio indagano i carabinieri, coordinati dalla procura di Torre Annunziata, e nessuna pista è al momento esclusa. Stando ai primi accertamenti, il suo corpo presentava diversi lividi ed escoriazioni e la donna aveva le caviglie spezzate. Proprio la frattura di entrambe le caviglie, riscontrata dai medici, potrebbe essere dovuta a una caduta dal quarto piano dello stabile dove poi il corpo è stato trovato.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui